Escursioni

Cresta di Bocche – Monte Mulaz

Sabato 10 e domenica 11 settembre 2016
Dal porfido alla dolomia

Cimon della Pala, cima della Vezzana, cima dei Bureloni, cima del Focobon … una sfilata di guglie e campanili, con alte pareti verticali ed incombenti, che costituiscono la catena settentrionale del gruppo delle Pale di San Martino, uno dei gruppi dolomitici più famosi ed affascinanti. E che saranno lo scenario del bellissimo itinerario che percorreremo per arrivare sulla cima del monte Mulaz, che può essere raggiunta anche dagli escursionisti in quanto non presenta difficoltà alpinistiche.
Il monte Mulaz, grazie alla sua posizione leggermente distaccata, consente una vista magnifica sulle altre cime del Gruppo. L’itinerario prende il via dalla val Venegia, ampia ed assolata, che viene percorsa lungo una piacevole strada forestale che risale il corso del torrente Travignolo. In corrispondenza del Campigol della Vezzana, un’ampia conca a circa 2.000m di quota, l’itinerario abbandona la mulattiera per percorrere il sentiero che risale, con notevoli tornati, il ripido vallone che arriva al passo del Mulaz, in corrispondenza del quale si trova il rifugio Volpi. Dal rifugio, con un ulteriore tratto ripido ed infine percorrendo un traverso leggermente esposto si arriva alla vetta del Mulaz, dove è presente una caratteristica campana.
Panoramicissima la cima, dalla quale oltre al settore settentrionale delle Pale si possono ammirare i gruppi dolomitici posti a nord, dalla Marmolada fino alle Tofane.
Il giorno precedente sarà effettuata una traversata in quota dalla cima Juribrutto al Col Margherita. Queste cime fanno parte di una lunga catena montuosa “anomala”, in quanto costituita prevalentemente da porfidi quarziferi ed inoltre circondata da gruppi dolomitici.
Durante la Grande Guerra le cime facevano parte della “catena di Bocche”, linea difensiva italiana dalla posizione dominante sulla valle di San Pellegrino e sulle linee austriache posizionate sulla cresta di Costabella – cima Uomo. Numerosi sono i resti di trincee, avamposti, postazioni di artiglieria occupati dalle truppe italiane che si potranno vedere durante l’itinerario. Il percorso partirà dal passo Valles e raggiungerà la prima cima risalendo il rio Vallazza dapprima e quindi le Laste di Juribrutto. Con una facile e panoramicissima traversata in quota si percorrerà, sempre accompagnati dai manufatti realizzati dagli alpini, la dorsale che collega le due cime. Per mulattiere e sentieri si tornerà al punto di partenza.

Tipologia: Escursionismo; Escursionismo alpinistico
Partenza: Manerbio – Piazza Falcone ore 6:00
Inizio escursione: Passo Valles (TN)
Dislivello: Metri 1.050 il primo giorno / metri 1.150 il secondo giorno
Durata: 6 ore il primo giorno / 7:30 ore il secondo giorno
Difficoltà: E/EE
Impegno fisico: +++/++++
Coordinatori: Marco Frati, Maria Teresa Mombelli
Informazioni: Presso la segreteria del CAI
Iscrizione: Soci entro le 22:30 del 31 luglio in Sede o online;
Non soci entro le 22:30 del 31 luglio in Sede con versamento di 7€ per assicurazione
Note: Pernottamento al Rifugio Passo Valles
Allegati: [Scheda pdf][Google Maps][Traccia GPS 1][Traccia GPS 2]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...